Azienda Agricola Acquasanta

Posted in Comunità intenzionali ed ecovillaggi

 

L’Azienda Agricola Acquasanta — situata alle pendici del monte Pausillo, poco distante dal lago Trasimeno ― prende il nome da una vicina sorgente naturale. Al momento è ancora un embrione di progetto di vita comune.
«Più che una comunità intenzionale è una famiglia aperta all’ospitalita in uno spirito squisitamente comunitario», mi dice Barbara Garofoli che, nell’azienda agricola biologica, si occupa di tenere i contatti con il network comunitario.
“La famiglia” (due adulti e un minore) vive in un antico casale in pietra, diviso in piccoli appartamenti “privati” con in comune la cucina e la living room.
All’esterno l’azienda si sviluppa su circa quattro ettari e mezzo di terreno (di cui più di uno coperto dal bosco).
A chiunque volesse visitare questa realtà, suggerisco di soffermarsi un po’ sulle terrazze degli ulivi, con circa 330 piante, molte delle quali ultracentenarie.
Ad Acquasanta si sta creando, passo passo, un “centro di ecologia pratica” in grado di proporre uno stile di vita coerentemente sostenibile.
Vengono valorizzati: un uso consapevole delle risorse naturali (a cominciare dall’acqua), la selezione di specie rustiche e resistenti, la protezione della biodiversità del luogo, la salvaguardia e l’autoproduzione di sementi locali, un ampio utilizzo di tecniche di permacultura, l’inselvatichimento controllato degli animali da cortile, la predilezione del baratto e la diffusione di una “cultura altra”.
Acquasanta, sede dell’Associazione Culturale La Fonte, è aperta a visite guidate, feste ed incontri, limitandosi a richiedere ai visitatori il rispetto della natura circostante.
Offre seminari e conferenze su agricoltura naturale, religioni e culture (ad esempio, negli ultimi tempi viene mensilmente proposto un seminario sulla fiaba come vettore di guarigione, con una “contafiabe” con cui si fa un lavoro di ascolto e di rielaborazione, soprattutto attraverso la pittura, per un modo diverso di sentire la natura ed i propri simili) ed è aperta all’ospitalità alla pari.
Per poter offrire un’accoglienza migliore sta prendendo corpo il progetto di costruzione — con terra cruda e paglia ― di una capanna-sala multifunzionale con area adibita a dormitorio.
L’azienda produce soprattutto olio e zafferano oltre ad ortaggi, cereali e frutta.
Per aiutare la terra viene utilizzato il metodo Fukuoka, promosso anche in alcuni corsi dell’associazione ed utilizzato negli orti per prodotti di autoconsumo.
«Stiamo lavorando affinché Acquasanta diventi un’oasi ecologica per il corpo e per lo spirito», mi dice Barbara, «e siamo felici di condividere questo nostro progetto con altri».

 

Azienda Agricola Acquasanta
Vocabolo Malagronda 104, 06060 CITTA’ della PIEVE (PG)
Tel. 0578294099 (Barbara Garofoli)
E-mail agricolaacquasanta@libero.it
Sito internet agricolaacquasanta.weebly.com/

Per approfondire il fenomeno comunitario

 

Quindici anni di studi — in biblioteca e sul campo — sul vivere insieme.
Il quarto di una fortunata serie di testi sull’universo comunitario, ogni giorno più multiforme. Un excursus che, dalle prime comunità essene, giunge alle contemporanee esperienze di cohousing tentando di non trascurare nessuno: esponenti radicali della riforma protestante, socialisti utopisti, anarchici, hippies, kibbutzniks, ecologisti più o meno profondi, new-agers, cristiani eterodossi, musulmani pacifisti e altro ancora.
Una mappatura ragionata — su scala italiana, europea e mondiale — di gruppi di persone che abbiano deciso di condividere, in vario modo, princìpi, ambienti, beni di vario genere e denaro, di comunità sperimentali — spesso ecologiste — dove si sondino le suggestive sfide di uno spazio vitale comune.

 

Manuel Olivares, sociologo di formazione, vive e lavora tra Londra e l’Asia.
Esordisce nel mondo editoriale, nel 2002, con il saggio Vegetariani come, dove, perchè (Malatempora Ed). Negli anni successivi pubblicherà: Comuni, comunità ed ecovillaggi in Italia (2003) e Comuni, comunità, ecovillaggi in Italia, in Europa, nel mondo (2007).
Nel 2010 fonda l’editrice Viverealtrimenti, per esordire con Un giardino dell’Eden, il suo primo testo di fiction e Comuni, comunità, ecovillaggi.
Seguiranno altre pubblicazioni, in italiano e in inglese, l’ultima e di successo è: Gesù in India?, sui possibili anni indiani di Gesù.

 

Leggine l’introduzione

 

Prezzo di copertina: 16.5 euro Prezzo effettivo: 14 euro