Basilico

Posted in Comunità intenzionali ed ecovillaggi

«Basilico è un’associazione di volontariato che ha come scopo il benessere della persona e la salute dell’ambiente e si propone di progettare ecovillaggi, insediamenti duraturi dove condividere la ricerca e la pratica di uno stile di vita sostenibile».

L’associazione sta portando avanti, al momento, due progetti di ecovillaggi. Il primo (Progetto Corricelli), attivo da quasi dieci anni, coinvolge circa 10 persone che stanno tentando di valorizzare al massimo un ettaro di terra in proprietà collettiva su cui si trovano una colonica con degli annessi. Gli edifici sono in corso di ristrutturazione con progetto approvato dal comune, di appartenenza, di Cantagallo. Nell’ambito dello stesso progetto sono state fatte esperienze di autocostruzione utilizzando legno e paglia.
In assenza, al momento, di alloggi in pietra è stata costruita una sorta di palafitta, cui è stato dato il nome di Basilica.
La Basilica, ospitando la cucina ed il tavolone dei pasti comuni, è diventata il cuore della vita comunitaria
Per il resto, ciascuno ha un proprio spazio individuale: una tenda, una roulotte o una casa di paglia.
Per i bisogni fisiologici viene utilizzato un compost-toilet ed è stato approntato uno spazio-doccia pur non potendo disporre, al momento, di acqua calda.
Il secondo progetto prende il nome di Vasenicola (Basilico, in napoletano) e sta crescendo nel Parco Nazionale del Cilento, al confine tra Campania e Basilicata.
È animato da un gruppo di circa 15 persone che, tuttavia, stando a quanto si legge sul sito dell’associazione, “è in forte espansione”.
Le persone coinvolte vivono, al momento, in case in affitto nel raggio di 10-15 km ma hanno anche individuato un posto da acquistare — Casa Pisani, vicino al comune di Omignano — : un antico casale del 700 circondato da 19 ettari di terreno.
Uno degli obiettivi principali dell’associazione è valorizzare quanto più possibile l’agricoltura sinergica, non solo attraverso la creazione di orti sul proprio territorio e su quello di altre realtà comunitarie (ad esempio nella Comune di Bagnaia) ma anche attraverso l’organizzazione di conferenze, corsi e seminari.
Una cosa che mi ha colpito, in visita a Basilico qualche anno fa, è la discreta eterogeneità anagrafica dei membri ed un’armonica intergenerazionalità, con tracce di famiglie (un figlio o due figli con un genitore) ben integrate nel tessuto comunitario, spartano e libertario.
Data l’assenza di cavi ENEL sul proprio territorio, Basilico si è dotata di un generatore.
All’interno dell’associazione le decisioni vengono prese utilizzando il metodo del cerchio, mutuato da alcune tribù di nativi nord-americani ed utilizzato anche nell’ecovillaggio di Upacchi e nella Confederazione dei Villaggi Elfici.
È questo un buon antidoto alla cristallizzazione di forme più o meno esplicite di potere, in quanto offre l’opportunità a tutti i membri, seduti naturalmente in cerchio, di esprimersi senza limiti di tempo.
È sufficiente che ciascuno aspetti pazientemente il proprio turno, ovvero che arrivi nelle sue mani il “bastone della parola”, carico di significato simbolico.
Al metodo del cerchio tende ad essere connessa la ricerca di una decisionalità il più possibile unanime.
Sul versante economico, il gruppo si è dotato di una cassa comune.
A Basilico sono benvenuti volenterosi sostenitori del progetto, benché non sia ancora possibile adottare la formula dello scambio lavoro e venga gradita una minima partecipazione alle spese.
Per aggiornamenti sulle attività dell’associazione può essere utile visitarne, periodicamente, il sito.

Ecovillaggio Basilico
Strada Vicinale di Corricelli, 18 – Cantagallo (PO)
Tel 333-4360261 (Marilia Zappalà)
E Mail info@associazionebasilico.it
Sito Internet www.associazionebasilico.it