Il villaggio del sole; un ecovillaggio naturista

Posted in Comunità intenzionali ed ecovillaggi

 

 

 

 

 

 

Cascinale sul colmo di una collina del Monferrato astigiano a 230 metri di altitudine, con una superficie abitabile di circa 450 m2 e 3,5 ettari di terreno collinare e di fondovalle. Piccola fattoria
agricola che produceva vino e latte, è stata abitata fino alla fine degli anni ’70, poi abbandonata.

La Storia.
Olga e Davide l’hanno acquistata semi diroccata nel 1999 e pian piano hanno bonificato tutto il terreno e ristrutturato il 50% dell’abitazione. Da subito è stato chiaro che era un vero paradiso naturista, dove vivere a contatto con la natura sarebbe stato possibile non a parole ma sul serio: in completa nudità d’estate e vestendosi bene d’inverno: la realizzazione pratica della sintesi della salute mentale. Dopo la bonifica, a partire dal 2001 è diventata man mano luogo di ritrovo di molti naturisti del nord e centro Italia, sino alla costituzione dell’associazione AssoNatura nel 2002, che ne ha sdoganato lo sviluppo. Solo tre anni più tardi, nel 2005, nasce l’idea di formare una comunità attorno al progetto di Ecovillaggio Naturista.  Al momento sono cinque le persone adulte che a vario titolo collaborano, che hanno complessivamente quattro bimbi da 0 a 8 anni. Tre i residenti fissi. Oggi ospitiamo anche settanta persone (soci dell’associazione) nelle domeniche estive e decine di ospiti naturisti in settimana e nei week-end, da maggio a settembre. Possiamo dire che se Beppe Grillo è l’antipolitica, il villaggio del sole è l’anticommercio. Nemmeno far commercio dell’ecologia ci piace. Per cui qui tutte le attività svolte sono non commerciali, occasionali o decommercializzate ai sensi di legge. Per ogni settore scegliamo la dimensione e la tipologia di attività in deroga o esclusa da attività commerciali. Cosi vale per il B&B che è una attività non commerciale, oppure per i pasti in associazione che è una attività decommercializzata, per i massaggi benessere che è in “vacazio legis”, per il camping che è in deroga alla Legge Regionale Piemontese sui campeggi. La salute è l’antitesi del commerciare il benessere e la qualità del vivere, dello sfruttare e del farsi sfruttare. E qui lo si mette in pratica davvero. Ognuno svolge per se e in proprio lavori occasionali, ma nessun lavoro fisso o equiparabile ad una attività commerciale continuativa o ad un lavoro dipendente.

L’economia e i principi del Villaggio del sole.
Il Naturismo è lo strumento di salute psicofisica di base, affiancato da pratiche empiriche e spirituali che escludono fondamentalismi e tabù. Utilizzo della parte buona di ogni cosa:  tecnologia, relazioni, materiali, lavoro e beni sono strumenti e non ci possiedono, ma siamo noi a possedere loro. Nessun estremismo, ma tendenza costante verso l’equilibrio. Vestirsi quando serve, stare nudi quando non serve vestirsi; mangiare tutto quello che è necessario senza vincoli ideologici nel rispetto della natura; riduzione dei consumi inutili e aumento esponenziale del tempo libero impiegato a fare lavori utili e in linea con la propria indole, solo per fare degli esempi. Minima dispersione e massima ottimizzazione, sia in termini di occupazioni, che di tempo, che di spostamenti. Per quanto riguarda la gestione economica i residenti nel villaggio sono equiparati ad una famiglia (una famiglia allargata). Ognuno è comunque libero di svolgere il lavoro che  preferisce come meglio crede: diversamente occupati, disoccupati, autonomi con partita iva, dipendenti al di fuori del villaggio, ecc., ma comunque  tutto il denaro indipendentemente da come è prodotto finisce in cassa comune esattamente come in famiglia.  Le coperture assicurative sono private, sia per la pensione che per gli infortuni, e sono a carico della famiglia allargata/comunità o attraverso l’associazione o quelle previste dalla propria occupazione. Viene girata una paghetta famigliare ad ogni membro adulto di 150 euro al mese. Tutte le spese (cucina, luce, riscaldamento, cibo, autovetture comuni, ecc.) sono a carico della famiglia, tranne le telefonate private e i debiti eventualmente contratti prima dell’ingresso in comune. I beni immobili di proprietà dei componenti che subentrano restano loro, mentre eventuali rendite da immobili o da investimenti di ogni membro entrano in cassa comune per tutto il periodo di residenza al villaggio del sole, compreso il periodo di prova. La sistemazione è in camera privata; bagni e cucina comune. La maternità è garantita dalla comune sino all’età di tre anni del bimbo attraverso il totale sostegno alla madre, che può scegliere di non lavorare più per tre anni.

Le attività produttive
B&B, camping e autoproduzione cibo, più le attività occasionali o non commerciali individuali di ogni residente. Al momento, per fare un esempio, una persona fa occasionalmente il boscaiolo, il manutentore, il massaggiatore, il counselor, l’insegnante di massaggio; un’altra fa occasionalmente la massaggiatrice, la casalinga, gestisce un B&B, coltiva l’orto, ecc. ecc.

SCHEDA IN BREVE
– Superficie: 3,5 ha.
– Proprietà: privata, in parte concessa in affitto all’associazione AssoNatura
– Inizio progetto: 1999.
– Membri residenti: 3 residenti, altri 5 saltuari.
– Attività: benessere, counseling, orticoltura, camping, B&B, accoglienza giornaliera, lavori occasionali di tutti i generi, marmellate e conserve, corsi e seminari.
– Economia: comune, derivante dai lavori individuali.
– Metodo decisionale: comunicazione ecologica all’unanimità, in seconda battuta  a maggioranza.
– Nuovi membri: è previsto un periodo prova da concordare
– Aderente al coordinamento nazionale associazioni e comunità di ricerca etica interiore e spirituale www.conacreis.it
– nome del progetto: villaggio del sole
– numero di componenti: 3 residenti e 5 non residenti, bimbi compresi
– caratteristiche del progetto: naturismo
– fase attuale: attività avviate funzionanti a regime, possibilità di sviluppo
– accettiamo nuovi membri
– se si, modalità: accordi personalizzati, a seconda del caso
– accettate visite di esterni? Si, da concordare telefonicamente
– tipologia di dieta: onnivora, variata, completa, equilibrata.
– spiritualità: gnosticismo, spiritualità laica
– C’è uno statuto o carta degli intenti? Si esiste la Carta Costituzionale dei Principi e una Scrittura Privata tra i componenti; un Manifesto Naturista e i Regolamenti Interni
– forma che definisce la realtà: Comunità intenzionale
– punti fondamentali del proprio Statuto: il naturismo è un modo di vivere in armonia con la natura, caratterizzato dalla pratica della nudità in comune, allo scopo di favorire il rispetto di se stessi, degli altri e dell’ambiente.
– Tipologia economica: privata nei beni personali, comune nella produzione del reddito; immobili in affitto o in usufrutto gratuito o in proprietà
– Formazione: discipline olistiche, attività agricole, ecoturismo.
– Ubicazione: campagna, molto rurale.
– Breve descrizione del costruito: cascina del 1908 di 450 metri quadrati compresi annessi
e terreno di 35.000 metri quadrati, bosco, seminativo, prati, noccioleto e orti.
– Tipo di attività svolte all’interno del villaggio: B&B, camping, massaggi, seminari, attività culturali, animazione, attività associative, coltivazione.
– Attività future previste: camping, seminari olistici, centro benessere.
– Accorgimenti ecologici e risparmio energetico: 2 pozzi, 2 cisterne acqua piovana, riscaldamento esclusivamente a legna autoprodotta, restauro rurale in linea con l’edilizia dell’epoca, impatto co2 compensato, differenziata totale, compost autoprodotto, riuso e riutilizzo di mobili e  materiali, biancheria lavata esclusivamente con wash ball e noci lavatutto, saponi personali vegetali,  lampadine a basso consumo, rompigetto nei rubinetti.
– Esclusioni: religioni di qualsiasi genere, superstizioni e credenze di ogni tipo, estremismi alimentari, ideologie, politica, gerarchie non meritocratiche, animali domestici.

Villaggio del sole, ecovillaggio naturista
Via per Viale 5 – Cortazzone (AT)
Tel. 0141995202 – 3347669278
Data di insediamento: 1999
www.villaggiodelsole.org
info@villaggiodelsole.org