Meditamare

Posted in Comunità intenzionali ed ecovillaggi

Meditamare

Aggiornamento a cura di Simona Camporesi

 

“Un ecovillaggio intenzionale e spirituale per la decrescita felice sul mare”: ecco come definiscono quelli di Meditamare il progetto messo in piedi da Senape, Associazione culturale di formazione e promozione sociale.
Sono tanti i progetti che ruotano attorno all’associazione: una rete sociale tra case private sparse nell’interno di Imperia, a una decina di chilometri da Porto Maurizio, dove si trova la sede operativa, ma anche il Progetto Ecovillaggio Co-housing Miramare, che prevede l’autorecupero di 3 ex caserme in disuso.
Mentre scriviamo è in atto anche un progetto di condivisione appartamenti alle Canarie, in particolare a Medano, una piccola cittadina sulla costa sud di Tenerife, dove è stata affittata anche una casa comune per singoli e famiglie che vogliano condividere il potere rigenerante del mare e del clima mite dell’arcipelago canario, assieme a tecniche di consapevolezza quotidiana come yoga, meditazione e tai chi.
L’idea alla base del progetto, in piedi dal 2009, è creare una rete di solidarietà concreta, una “realtà di coabitazione diffusa e futuro ecovillaggio collinare e marino nel rispetto degli spazi individuali”.
Gli abitanti aderiscono a uno stile di vita sobrio, incentrato sulla presenza e consapevolezza di sé nel qui e ora 24 ore su 24 (mindfullness) secondo i principi di Thich Nhat Hanh. L’alimentazione è vegetariana, con incursioni nel veganismo e crudismo; si prediligono i cibi raccolti in loco, biologici e integrali, sono bandite tutte le sostanze tossiche e stupefacenti, compresi alcol, caffeina e teina e si pratica il digiuno periodico.
Si persegue uno stile di vita sostenibile, ecologico e proiettato all’autosufficienza, basato sulla conoscenza delle risorse del territorio e su un saggio utilizzo delle stesse. All’ecovillaggio si praticano il risparmio energetico e delle materie prime, l’arte del riciclo, l’autoproduzione secondo i metodi dell’agricoltura biologica e sinergica (orti e uliveti).
Se grande attenzione viene rivolta alla Natura, altrettanto avviene nei confronti del benessere e della crescita personale, anche (ma non solo) in un’ottica spirituale.
Si praticano trattamenti naturali e ci si cura con la medicina alternativa.
Il progetto è in erba e al momento gli abitanti si sostengono economicamente con lavori part-time nell’ambito del turismo, a Porto Maurizio e Oneglia, anche se l’idea è quella di rendersi sempre più indipendenti nel perseguimento di uno stile di vita sobrio e naturale.
L’associazione è aperta a chiunque sia interessato a uno stile di vita simile, lontano da una politica consumistica e dedita agli sprechi, per sostituirla con una semplice e sobria, incentrata sulla natura, la ricerca interiore, lo yoga e la meditazione.
È attiva anche la modalità scambio lavoro, che comprende sia attività materiali che meditative (vengono richieste 6 ore al giorno tra lavoro e meditazione).

 

Meditamare
Borgo Prino,
18100 Porto Maurizio, Imperia
Tel 335 6262838
E mail meditamare@libero.it
Sito Internet www.meditamare.it

Pagina Facebook

 

Per approfondire il fenomeno comunitario

 

Quindici anni di studi — in biblioteca e sul campo — sul vivere insieme.
Il quarto di una fortunata serie di testi sull’universo comunitario, ogni giorno più multiforme. Un excursus che, dalle prime comunità essene, giunge alle contemporanee esperienze di cohousing tentando di non trascurare nessuno: esponenti radicali della riforma protestante, socialisti utopisti, anarchici, hippies, kibbutzniks, ecologisti più o meno profondi, new-agers, cristiani eterodossi, musulmani pacifisti e altro ancora.
Una mappatura ragionata — su scala italiana, europea e mondiale — di gruppi di persone che abbiano deciso di condividere, in vario modo, princìpi, ambienti, beni di vario genere e denaro, di comunità sperimentali — spesso ecologiste — dove si sondino le suggestive sfide di uno spazio vitale comune.

 

Manuel Olivares, sociologo di formazione, vive e lavora tra Londra e l’Asia.
Esordisce nel mondo editoriale, nel 2002, con il saggio Vegetariani come, dove, perchè (Malatempora Ed). Negli anni successivi pubblicherà: Comuni, comunità ed ecovillaggi in Italia (2003) e Comuni, comunità, ecovillaggi in Italia, in Europa, nel mondo (2007).
Nel 2010 fonda l’editrice Viverealtrimenti, per esordire con Un giardino dell’Eden, il suo primo testo di fiction e Comuni, comunità, ecovillaggi.
Seguiranno altre pubblicazioni, in italiano e in inglese, l’ultima e di successo è: Gesù in India?, sui possibili anni indiani di Gesù.

 

Leggine l’introduzione

 

Prezzo di copertina: 16.5 euro Prezzo effettivo: 14 euro