Newsletter Anjali, Settembre 2014

Posted in Blog

Newsletter Anjali, Settembre 2014

Riprendiamo la regolare pubblicazione delle newsletter dell’Associazione Anjali che cura lo sviluppo del progetto del Bal Ashram di Varanasi, cui abbiamo recentemente dedicato un articolo sulla testata on line Corriere Asia. Camilla e Lorenzo che sono stati l’anima organizzativa del Bal Ashram per diversi anni, si sono presi un momento di breack, portando la loro generosa attitudine al seva (servizio disinteressato per il prossimo) in Colorado, in un Dharma centre. Accenneranno alla scuola di riferimento del centro nel corso della newsletter che, questa volta, è stata scritta nella loro città natale: Treviso. Buona lettura!

Treviso, Settembre 2014

Cari amici, ben ritrovati dopo questa lunga pausa! I violenti monsoni “indiani” quest’anno si sono abbattuti sull’Italia mentre l’India ed in particolar modo Varanasi ha avuto una stagione piuttosto secca. Per tutta l’estate sono continuati i lavori per mettere al sicuro l’intero perimetro dell’Ashram da possibili inondazioni monsoniche. Prima dell’inizio dell’usuale stagione della pioggia tutta la cinta muraria è stata rinforzata e i terrazzamenti ridefiniti. Fortunatamente la portata del fiume si è mantenuta sotto i livelli di guardia. Intanto il Bal Ashram sarà comunque al sicuro per le eventuali future ed imprevedibili piene. La prima settimana di luglio l’Anjali School ha riaperto i cancelli per un nuovo anno scolastico dopo una “tirata a lucido” di tutta la struttura: aule ed i bagni. Un piccolo ufficio è stato ricavato vicino all’entrata principale e così la scuola diventa più indipendente ed autonoma. Il giardino della scuola è stato livellato, porte e finestre sono state sostituite e ridipinte di azzurro. Una nuova insegna della scuola si staglia tra le grigie costruzioni del quartiere! Siamo anche contenti di vedere che diversi alberi hanno resistito alle incursioni delle scimmie: i loro rami oramai superano il muretto di cinta della scuola e donano dei bei spazi d’ombra a tutti gli studenti. Ma vogliamo raccontarvi anche dei “vecchi” studenti che hanno finito la scuola elementare all’Anjali school. Come sapete ogni anno al termine delle scuole elementari due studenti che si sono distinti per impegno e dedizione continuano ad essere supportati dall’Ashram nel loro percorso scolastico.

100_5545[1] (Medium)Vi presentiamo a partire da destra i più “anziani”: Abhishek, Pooja, e i più giovani che hanno appena iniziato le medie Alok e Hemant. I quattro studenti vengono regolarmente in visita alla loro vecchia scuola per trovare amici ed insegnanti e soprattutto per tenerci aggiornati sull’esito degli studi. Puntualmente ad ogni test o interrogazione vengono a mostrare i risultati! I genitori ci raccontano che gli insegnanti delle nuove scuole (Pooja frequenta una scuola dove c’è anche un ostello per ragazze) sottolineano la gentilezza ed il comportamento rispettoso dei bambini nonostante alcune difficoltà nell’inserimento in un ambiente “facoltoso” dove bisogna fare i conti con episodi di classismo. E ci auguriamo quindi che anche grazie agli strumenti educativi che gli sono stati trasmessi sappiano gestire queste nuove esperienze con consapevolezza e autostima. A proposito della metodologia del Progetto Alice vi segnaliamo l’uscita per le edizioni TerraNuova del libro di Gloria Germani, “A scuola di felicità e decrescita: l’Alice Project”. Una bellissima lettura per conoscere ed approfondire le tematiche quanto mai attuali dell’esperienza educativa del Progetto Alice (che come ben sapete utilizziamo all’Anjali School) e che auspichiamo di poter vedere sempre di più applicata ed inserita anche nel nostro contesto scolastico. Per gli amici di Treviso ricordiamo che l’autrice sarà presente per una conferenza alla Libreria Lovat di Villorba il 26 settembre alle ore 18.30. E con molta gioia vi informiamo che la famiglia di Anjali si allarga. Perché? Quest’estate abbiamo avuto il piacere di incontrare e trascorrere del tempo con la monaca Tenzin Palmo e conoscere in modo più dettagliato il suo splendido lavoro educativo con le giovani monache del monastero da lei fondato nelle montagne dell’Himachal Pradesh (www.tenzinpalmo.com). Abbiamo già visitato il monastero in passato e visto la felicità delle bambine e ragazzine residenti, ma ascoltare le loro storie e sentire di persona la forza di questa donna che ha dedicato tutta la sua vita a queste giovani monache e alla tradizione femminile “in estinzione”, ci ha molto ispirato. Così l’Associazione Anjali ha deciso di adottare a distanza una bambina della scuola del monastero di Tenzin Palmo: un dollaro al giorno per un anno per sostenerla! Torniamo al Bal Ashram e parliamo di…mucche in libertà! Ridotto il numero delle mucche e recintato lo spazio davanti alla stalla le nostre amiche sono ora libere di sgranchirsi le gambe e muoversi in libertà. Durante le vacanze estive tutti i bambini hanno trascorso delle settimane all’Eco park lavorando ed aiutando nella rigogliosa raccolta estiva di zucchine e per la prima volta anche di pannocchie per la gioia dei più piccoli che amano arrostirle e cospargerle di burro! Santosh e Ramesh sono invece andati a lavorare all’Hotel Taj (uno degli alberghi di categoria più alta nella città di Varanasi e in India) e partecipato ad uno stage ricevendo anche un certificato di qualificazione. Un’esperienza professionale nuova ed importante!

Vi salutiamo dandovi appuntamento, a breve, con la prossima newsletter.

Camilla e Lorenzo