Popolo dell’Acquacheta

Posted in Comunità intenzionali ed ecovillaggi

Popolo dell’Acquacheta

Questa realtà viene presentata, sinteticamente, come segue dal Libretto RIVE 2017 (scaricabile dal sito ecovillaggi.it):

 

Dal 1982 vivono sull’Appennino tosco-romagnolo in territorio montano (900 m. circa), conducono una vita essenziale legata ai cicli naturali, basata sulla decrescita dei consumi volta verso l’autosufficienza in simbiosi con l’ambiente che li ospita. Gli insediamenti, sparsi su un territorio molto vasto, sono coordinati dall’Associazione Arcobaleno per l’Acquacheta che promuove incontri, laboratori, campi per ragazzi e attività legate alla ruralità e alla salvaguardia della biodiversità.

A chiunque volesse approfondire (a partire dalla suggestiva storia di quest’esperienza) segnaliamo i seguenti link:

 

 

http://mazzapegolo.blogspot.it/2016/07/zappatori-senza-padrone_2.html

http://www.terranuova.it/News/Ecovillaggi-e-cohousing/Un-arcobaleno-per-l-Acquacheta

http://arcobalenoacquacheta.blogspot.it/

https://it.wikipedia.org/wiki/Acquacheta

 

Località Podere la Greta – 50060 San Godenzo (FI)
arcobalenoperlacquacheta@gmail.com 
tel. 340 6794251; 347 8801251

 

Per approfondire il fenomeno comunitario

 

Quindici anni di studi — in biblioteca e sul campo — sul vivere insieme.
Il quarto di una fortunata serie di testi sull’universo comunitario, ogni giorno più multiforme. Un excursus che, dalle prime comunità essene, giunge alle contemporanee esperienze di cohousing tentando di non trascurare nessuno: esponenti radicali della riforma protestante, socialisti utopisti, anarchici, hippies, kibbutzniks, ecologisti più o meno profondi, new-agers, cristiani eterodossi, musulmani pacifisti e altro ancora.
Una mappatura ragionata — su scala italiana, europea e mondiale — di gruppi di persone che abbiano deciso di condividere, in vario modo, princìpi, ambienti, beni di vario genere e denaro, di comunità sperimentali — spesso ecologiste — dove si sondino le suggestive sfide di uno spazio vitale comune.

 

Manuel Olivares, sociologo di formazione, vive e lavora tra Londra e l’Asia.
Esordisce nel mondo editoriale, nel 2002, con il saggio Vegetariani come, dove, perchè (Malatempora Ed). Negli anni successivi pubblicherà: Comuni, comunità ed ecovillaggi in Italia (2003) e Comuni, comunità, ecovillaggi in Italia, in Europa, nel mondo (2007).
Nel 2010 fonda l’editrice Viverealtrimenti, per esordire con Un giardino dell’Eden, il suo primo testo di fiction e Comuni, comunità, ecovillaggi.
Seguiranno altre pubblicazioni, in italiano e in inglese, l’ultima e di successo è: Gesù in India?, sui possibili anni indiani di Gesù.

 

Leggine l’introduzione

 

Prezzo di copertina: 16.5 euro Prezzo effettivo: 14 euro