Tempo di vivere

Posted in Comunità intenzionali ed ecovillaggi

Tempo di vivere

Aggiornamento a cura di Simona Camporesi

 

L’Associazione di Promozione Sociale No Profit Tempo di Vivere è stata fondata nel 2011 da Katia Prati, Ermanno Salvini, Gabriella Oliva e Antonio Ciao, che nell’agosto 2014 diventano il primo nucleo abitativo dell’ecovillaggio, adagiato sulle colline di Marano sul Panaro, nel modenese.
L’idea di partenza è quella che accompagna la nascita di tutte le esperienze comunitarie: “creare una realtà autonoma e autogestita in cui ognuno potesse portare le proprie esperienze e competenze per arrivare all’obiettivo comune di un’esistenza basata sulla centralità del singolo, nella condivisione e nella collaborazione, che permetta una crescita individuale e collettiva”.

Lavorare sul benessere del singolo per arrivare al benessere collettivo, insomma, costruendo una realtà che possa essere di esempio e incentivo per la cura positiva del mondo.
A Tempo di Vivere il benessere del singolo è ricercato attraverso un approccio olistico, che persegue (queste le parole dei soci fondatori) un “equilibrio tra corpo, mente ed emozioni, il raggiungimento di un senso d’integrità morale e personale, di amore per noi stessi e per gli altri”.

L’ecovillaggio si trova su una collina alta 430 metri che domina a 360° la Pianura padana, una posizione privilegiata che bilancia sapientemente isolamento e vicinanza ai mezzi pubblici (la stazione ferroviaria di Vignola dista appena una quindicina di minuti in auto).
Attualmente vivono all’ecovillaggio 7 adulti e 2 bambini, anche se diverse persone collaborano stabilmente al progetto, arrivando a una presenza giornaliera di 12-15 persone con punte fino a 50-60 durante gli eventi.
Gli eventi sono numerosi e variegati. Si va dai corsi di crescita personale e comunitaria, compreso un interessantissimo “Corso di scollocamento solidale”, ai workshop di autoproduzione, autocostruzione, agricoltura e sostenibilità ambientale, fino a trattamenti di benessere olistico e a soggiorni mirati al ripristino del benessere fisico-energetico e all’ecoturismo.
Tra le proposte più interessanti rivolte all’esterno ci sono i corsi di autocostruzione di case in paglia e terra cruda, cupole geodetiche in bambù o legno, thermocompost e stufe a razzo.

La formula dell’ecovillaggio è quella tipica della “comune”: condivisione totale dei beni, denaro e mezzi di sussitenza.
I residenti dividono un grande casale in affitto con 3 ettari di terreno. Ogni nucleo ha la propria stanza privata  mentre altri spazi sono in condivisione, come la cucina, il soggiorno e i bagni.
Il sistema decisionale avviene attraverso il cerchio della condivisione e la totale assenza di obblighi, sia per quanto riguarda la dieta (anche se viene incoraggiata quella vegetariana-vegana) che per quanto concerne la ripartizione dei lavori comunitari, per i quali si confida nella buona volontà del singolo.

L’evovillaggio è aperto all’ospitalità, compresa quella basata sullo scambio lavoro.
A Tempo di Vivere si seguono i principi della permacultura e dell’agricoltura naturale (orto sinergico, inerbimento e biodinamica), si autoproducono prodotti alimentari e cosmetici, ci si cura con la medicina naturale e si persegue in generale uno stile di vita etico e rispettoso della natura e della persona.

Tempo di Vivere intrattiene buoni rapporti con le altre realtà comunitarie, fa parte del RIVE e del DES Mo (Distretto di Economia Solidale di Modena). È, inoltre, “ambasciatore” di cambiamento per la rete di Italia che Cambia e mantiene ottimi rapporti con le istituzioni del proprio comune e di quelli circostanti con cui collabora per progetti relativi all’ecosostenibilità, la medicina naturale, le relazioni personali e la comunicazione.

 

Tempo di Vivere
Via Denzano 1690, Loc. Bombanella, 41054 Marano sul Panaro (MO)
Cell 329 0218941
E mail info@tempodivivere.it
Sito Internet www.tempodivivere.it